Celebrato solennemente il centenario dell’Arma dei Carabinieri, costituita con le Regie Patenti del 13 luglio 1814, quando, sotto la reggenza del generale Giovanni Battista D’Oncieu, i Reali Carabinieri vennero ufficialmente riconosciuti e costituiti corpo d’armata. I tempi nuovi non hanno portato ai Carabinieri miglioramenti adeguati, né di carriera, né di remunerazione, ma più duri compiti, maggiori responsabilità, minori soddisfazioni. Sempre però rimangono motivi di onore e di nobile orgoglio in un Corpo che incarna un elevato concetto militare.  Celebriamo i Carabinieri, le cui benemerenze superano ormai il secolo. Essi vanno esaltati, giustamente, dalla storia, dalla poesia, dall’arte: sono uno dei profili quanto mai caratteristici della fisionomia militare italina, sono il colore inevitabile dei quadri popolari, festosi, della nostra vita quotidiana.